Come crescere su YouTube nel 2020

Come crescere su YouTube nel 2020

Come crescere su YouTube nel 2020
Eva Colella

Eva Colella

Come crescere su YouTube nel 2020

Come crescere su YouTube nel 2020

In un’era sempre più digitale, oggi l’importanza del video marketing è molto marcata.

Infatti, sempre più persone, brand, artisti… prediligono l’utilizzo dei video per comunicare con il loro potenziale pubblico, perché sono un formato facile da digerire, il messaggio che vogliamo far passare è recepito meglio ed è per questo che ogni giorno nel mondo, migliaia di utenti guardano video su YouTube, passando anche molte ore al giorno.

 

Crescere su YouTube nel 2020: 11 punti fondamentali

Da piattaforma di video amatoriali a macchina da soldi del valore di 15 miliardi di euro. 

È l’evoluzione di YouTube, che in questi giorni compie 15 anni di vita ed è diventato un media globale che compete con tv, musica e giochi, facendo da apripista a Netflix e Spotify. 

La società fu fondata il 14 febbraio 2005 da tre ex dipendenti di PayPal (Chad Hurley, Steve Chen e Jawed Karim) per poi essere rilevata da Google pochi mesi dopo.

A maggio 2019 YouTube ha registrato 2 miliardi di utenti mensili, rispetto a 1,8 miliardi di maggio dell’anno precedente, ogni minuto vengono caricate più di 500 ore di video. 

In questi 15 anni la piattaforma è cresciuta nei numeri e nelle potenzialità e ha fatto nascere nuove professioni legate alla rete (gli Youtuber) con fenomeni e personaggi diventati virali, a volte anche inspiegabilmente.

Se ti sei peso l’articolo Come creare un canale YouTube leggi qui

Crescere su YouTube nel 2020: 11 punti fondamentali

I Vantaggi dell’utilizzo di YouTube.

Perché pubblicare i contenuti video su YouTube?

Ecco qualche motivo:

  • I video costituiscono una tipologia di contenuti estremamente efficace; è molto apprezzata dai giovani ma anche da un pubblico più adulto. I video con contenuti “how to”, le guide, le competizioni sportive, i concerti dal vivo e le video lezioni sono quelli con maggior numero di visualizzazioni. Non a caso le previsioni elaborate da Cisco confermano che la visione di video online riguarderà il 69 per cento della navigazione su web nel 2018, fino a diventare nel 2020 la principale sorgente di traffico internet su scala mondiale.
  • YouTube è considerato dagli esperti il secondo motore di ricerca più utilizzato a livello globale, secondo solo a Google. La presenza di un brand su YouTube, con un proprio canale e contenuti ben realizzati contribuisce a intercettare nuovo traffico attraverso un Social Media che contribuisce ad ampliare le occasioni di visibilità, attraverso gli YouTube video, da condividere su altro Social Network.
  • Inoltre YouTube consente anche di fare video marketing, implementando la Lead Generation e la Lead Nurturing, attività essenziali per ottenere nuovi contatti “caldi”. Una presenza YouTube consente di acquisire nuovi contatti, attraverso le iscrizioni al canale, e proporre Call To Action per registrarsi al canale e anche – perché no – a una mailing list. Attraverso la proposizione di nuovi video, i contatti saranno fidelizzati, grazie alla frequente fruizione di contenuti aggiornati relativi al brand. Molti dei nuovi prospect saranno invogliati a trasferirsi anche sul sito internet e sugli altri Social Media presidiati dal brand, generando visite e migliorando conseguentemente il posizionamento.

Crescere su YouTube nel 2020: 11 punti fondamentali

Il contenuto è e sarà per sempre il re

Il consiglio numero uno è quello di assicurarti di raggiungere il segno quando si tratta di creare contenuti interessanti e di valore per il tuo pubblico di destinazione. Questo suggerimento è ovvio, ma è un promemoria importante che se non fai uno sforzo significativo nei video che stai creando, nient’altro avrà importanza. 

Usa un marchio coerente.  

Se segui Youtuber o marchi su YouTube, probabilmente avrai notato che i loro video seguono un modello simile. Crea uno o alcuni modelli per il tuo canale, 

Scegli le miniature con attenzione.  

Questo è il primo assaggio del tuo video che un utente avrà. È anche un’immagine che può essere il fattore decisivo per decidere se un utente farà clic sul tuo video. Sperimenta con diverse miniature e scopri quali ti danno più sollievo. La tua anteprima, combinata con il titolo, sono due dei fattori più importanti su cui concentrarsi. 

Realizza un video con parole chiave.  

Chiedi ai tuoi esperti di SEO e Social Media Marketing di trovare un elenco di parole chiave per il tuo marchio. Lavora sulla creazione di video specifici che si adattano a queste parole chiave per aumentare il tuo pubblico complessivo 

Ravviva la tua descrizione.  

Non solo dovrebbe includere parole chiave pertinenti, ma dovrebbe anche dire agli utenti perché dovrebbero seguirti in modo convincente.

Stila una pianificazione video.  

Pubblica video regolarmente e costantemente in determinati giorni o orari. In questo modo, il tuo pubblico sa cosa aspettarsi e quando. Inoltre, se in genere pubblichi video, rimarrai in testa al tuo pubblico e questi non dovranno andare a cercare altrove per ottenere i contenuti che stanno cercando. 

Incorpora video di YouTube sul tuo sito web.  

Se hai un blog correlato al tuo video, questo è un ottimo posto per incorporare il video di YouTube. 

Crea una playlist. 

Ad esempio, se disponi di un canale di cucina YouTube, crea playlist. Usa i risultati

  • Aggiungi un pulsante di iscrizione ai tuoi video. 
  • Rendi il titolo diverso da altri risultati simili per suscitare interesse.  Molte volte, Youtuber copia i titoli o le descrizioni di video popolari. Questo è un grande no-no. Non solo è di cattivo gusto, ma il tuo video si fonderà con la folla, non dando a nessuno un motivo convincente per fare clic sul tuo video. 
  • Produci video basati sui tuoi blog.  Non tutti hanno il tempo di sedersi e leggere un blog interessante. Ma alcune persone si interesseranno se possono ascoltare il blog. Incoraggia gli utenti a iscriversi alla fine di questi video.

Posizionare i Video su YouTube: Come crescere su YouTube nel 2020:

Abbiamo detto che YouTube è il secondo motore di ricerca più usato a livello globale. Dunque, come avviene per Google, il posizionamento dei contenuti nei risultati di ricerca è condizionato da fattori analizzati dall’algoritmo, valutando positivamente alcuni fattori di posizionamento:

  • Keyword.

Come ogni motore di ricerca che si rispetti, l’attenzione alle parole chiave è uno dei principali elementi per un buon posizionamento su YouTube. È necessario quindi effettuare una keyword research per individuare la più adatta, avvalendosi ad esempio del Keyword Planner di AdWords, ma valutando anche i suggerimenti della barra di ricerca di YouTube, così come si fa per il posizionamento su Google. Non solo, la ricerca delle keyword e delle ricerche più effettuate permette anche di avere un’indicazione sui prossimi video da fare su YouTube per rispondere alla domanda degli utenti riguardo ai contenuti YouTube più attesi. Alcune ricerche hanno evidenziato che Google inserisce nella SERP i contenuti YouTube se essi fanno riferimento a Come fare…, recensioni interviste, tutorial e query sugli sport. Dunque, anche analizzando le SERP di Google è possibile rilevare quali tipologie di contenuti YouTube vengono mostrati dal popolare motore di ricerca.

  • Titoli e metadati.

Molta cura va riservata al titolo, che conterrà la keyword più importante e altri elementi che chiariscano il tema del video. Anche la descrizione è importante, soprattutto le prime due righe, che appaiono sempre, indipendentemente dai contenuti leggibili solo cliccando su “mostra altro”. Sarà il contesto dove inserire una CTA e le keyword secondarie, composte da una o più parole. Sono utili a migliorare il ranking anche il numero di commenti e condivisioni. Il testo del tag title sarà utilissimo per invogliare a condividere o commentare i video YouTube. Infine, anche un buon inserimento di tag può essere utile alla SEO.

Tempi di visualizzazione e altri parametri misurati da YouTube

YouTube valuta come fattori di posizionamento il tempo totale delle visualizzazioni e la media della percentuale di visualizzazione dell’intero contenuto, indicativa del gradimento degli utenti.

Anche la durata della sessione è significativa per il Ranking: se l’utente non esce dalla piattaforma dopo aver visto un video, ma ne visualizza altri, questo comportamento viene valutato positivamente dall’algoritmo.

Su YouTube è utile anche ottenere un buon CTR, cioè un’alta percentuale di click che il video ha ricevuto dopo essere stato presentato all’utente. Sicuramente anche l’Engagement del video, quanto a commenti, condivisioni e visualizzazioni, è un importante fattore di posizionamento.

Infine, l’autorità del canale YouTube, determinata dalla sua presenza nel tempo, numero di iscritti e numero di ricerche è un fattore di posizionamento.

 

YouTube nel 2020: Come crescere e monetizzare

Molti ancora non lo sanno ma un buon canale YouTube ti permette anche di monetizzare e per farlo devi aver mille iscritti al tuo canale e aver totalizzato almeno 4.000 ore di visualizzazioni negli ultimi 12 mesi. 

Inoltre, non devi aver violato il copyright e le regole del portale.

Conclusioni

  • Esiste una SEO per YouTube. Essa consiste nel migliorare i contenuti on page, attraverso una sapiente miscela di keyword e metadati. 
  • Il numero di visualizzazioni è fondamentale per il posizionamento del video, e la condivisione sui vari social e siti web è fondamentale.
  • Anche il numero di iscritti al canale YouTube è fattore di posizionamento per YouTube. Per raggiungere un buon numero di iscrizioni è possibile fare azioni di Lead Generation attraverso landing page del sito che invitano a iscriversi al canale YouTube e attività sui Social Network sui quali i video verranno condivisi per aumentare il coinvolgimento degli utenti.

YouTube: come crescere nel 2020 in modo efficace:

Qualsiasi utente, professionista o azienda che utilizza YouTube nello sviluppo delle proprie attività e del proprio business ha la possibilità di potersi posizionare e conquistare i primi posti per le query di ricerca in target con il proprio business/obiettivo.

Grazie alle strategie applicate da YoutuBOSS e soprattutto grazie alle sue tecnologie proprietarie avrai la possibilità di posizionarti in prima pagina con assoluta certezza ed essere trovato per le parole chiave di tuo interesse.

 

I motivi sono tantissimi ma i 2 più importanti sono questi per te che stai leggendo.

  • Un account che possiede migliaia di Iscritti viene valutato meglio dallo spettatore rispetto a chi ne possiedi una decina o un centinaio;
  • Per attivare la monetizzazione su YouTube tra i requisiti c’è quello di avere almeno 1000 iscritti

Quindi quale metodo migliore per averli subito?

 

 

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email