PRIMA PAGINA GOOGLE: COME POSIZIONARE UN ARTICOLO!

PRIMA PAGINA GOOGLE: COME POSIZIONARE UN ARTICOLO!

prima-pagina-google-come-posizionarsi-eva-colella
Eva Colella

Eva Colella

PRIMA PAGINA GOOGLE: COME POSIZIONARE UN ARTICOLO!

COME POSIZIONARE UN ARTICOLO IN PRIMA PAGINA GOOGLE!

Ebbene sì, è da un anno che l’articolo sul mio network si trova in prima pagina Google, subito dopo l’azienda.

Ma ieri sera a notte fonda ho scoperto, durante una dei tanti webinar della community dei money builder, che anche altri articoli (da me orami dimenticati), sono in PRIMA PAGINA GOOGLE

C’è uno detto che dice: “Dove dovresti seppellire qualcosa che non vuoi che la gente trovi?” Risposta: nella seconda pagina di Google.

Sembra banale, ma c’è del vero in questa affermazione.

In questi due anni di approccio al marketing digitale e al network, rispetto a molti altri, mi sono resa conto che la presenza on line, oggi, è di fondamentale importanza.

Non basta un semplice post, una storia o una diretta…devi essere presente ovunque!

È non è una questione di megalomania

Posizionarsi su Google in prima pagina

Il 75%  delle persone non scorrerà mai oltre la prima pagina in una ricerca su Google.

Ciò significa, che sei hai un Brand, un’azienda o sei un networker, non puoi permetterti di essere classificato nella seconda, terza o quarta pagina.

Semplicemente perché se non hai visibilità non otterrai i clic e il traffico di cui hai bisogno per fare in modo che SEO valga il tuo tempo e denaro. E hai bisogno di quel traffico organico perché il 93% delle esperienze online inizia con un motore di ricerca.

Una buona presenza SEO ha il potere di guidare il traffico in entrata che potrebbe far crescere la tua attività negli anni a venire.

Questo lo ripeto sempre ad ogni singolo mio cliente, collaboratore e nuovo compagno di corso che mi contatta in privato per avere ulteriori skill.

Molti competitor in prima pagina Google

Ma solitamente, i proprietari di siti web/blog, non sempre hanno il potere di posizionarsi sulla prima pagina di Google con le migliori parole chiave.

Esistono già innumerevoli siti Web di alto profilo che sfruttano le migliori parole chiave del settore. E ci sono migliaia di altri blogger che cercano di classificare i loro anche per quella parola chiave.

Questo, sicuramente non è a tuo favore. Però, non dovresti arrenderti! 

Nonostante i competitor e le loro parole chiavi utilizzate, esistono  alcuni metodi comprovati che ho usato e con cui ho avuto successo per posizionarmi sulla prima pagina di Google.

E la parte migliore è che non hai bisogno di chissà quale strumento per classificare molte di queste parole chiave.

Quello che ho applicato alla lettera è ciò che ho trovato in Secret formula 2.0

Come ho posizionato il mio articolo in prima pagina Google

Chiariamo subito un concetto: come si suol dire “non sono nata imparata”.

Due anni fa non sapevo neanche cosa fosse SEO, non sapevo cosa significasse posizionamento, cosa fosse una query, keyword…

Il mio sapere arriva da un percorso di formazione sul marketing digitale iniziato due anni fa con BuildYourBrand, il quale mi ha dato gli strumenti necessari ad arrivare ad avere sufficiente materiale per impostare al meglio il mio network. Formazione, la mia, in costante aggiornamento, perché il mondo digitale è in continua evoluzione.

“Se continuerai a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto.

Perché probabilmente non potrai posizionarti presto sulla prima pagina di Google

Arrivo dritta al punto:

Se sei agli inizi, probabilmente non potrai posizionarti presto sulla prima pagina di Google, perché stai cercando di farti notare e classificarti organicamente con parole chiave popolari, le così dette keyword.

I siti che sono in circolazione da molto tempo domineranno le classifiche delle prime pagine per le parole chiave del settore più diffuse, perché queste persone producono contenuti stellari e ottengono innumerevoli backlink al loro contenuto.

Sei praticamente condannato. 

E se dai un’occhiata all’esempio dei risultati della prima pagina di Google per “Guida SEO”, vedrai rapidamente qual è il problema principale che stai affrontando:

Capito quello che intendo? Le autorità di dominio di queste classifiche delle prime pagine faranno esplodere qualsiasi nuovo sito Web.

Inoltre, queste guide sono attive da anni!

La Guida per principianti al SEO di Moz è stata pubblicata per circa cinque anni. Il loro sito web afferma che oltre tre milioni di persone lo hanno letto.

I siti che sono in circolazione da molto tempo domineranno le classifiche delle prime pagine per le parole chiave del settore più diffuse.

Queste persone producono contenuti stellari e ottengono innumerevoli backlink al loro contenuto.

Adotta strategie diverse per posizionarti in prima pagina Google

Hai appena iniziato e devi perseguire strategie diverse per ottenere risultati.

Non puoi permetterti di aspettare circa cinque anni per posizionarti in fondo alla prima pagina per la “Guida SEO”.

Renditi conto che non ti classificherai organicamente per adesso.

Il trucco è riadattare la tua strategia e utilizzare metodi diversi per mostrare ancora le tue parole chiave target.

Ecco come farlo.

1. Inizia dominando le long-tail keywords   

Ci sono più long-tail keywords   là fuori keywords popolari.

Ecco un semplice esempio per spiegare la differenza:

  • Parola chiave “Head” = “Guida SEO”
  • long-tail keywords = “Guida SEO per le piccole imprese 2017”

Le ricerche long-tail keywords rappresentano anche la maggior parte delle ricerche su Google.

Dovresti scegliere come target le long-tail keywords perché sono più facili da classificare. Ciò significa che di solito impiegheranno meno tempo e denaro.

Quindi non ti imbatterai nella mastodontica società leader del settore in queste pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Sei ancora scettico sul potere delle strategie long-tail keywords? Anch'io lo ero all'inizio!

Ma poi ho letto su come Amazon realizza il 57%  delle loro vendite con le  long-tail keywords   .

Come? Perché le ricerche long-tail keywords sono ricerca di informazioni molto specifiche, mentre le parole short-tailed keywords sono più generiche.

Se riesci a fornire informazioni specifiche al ricercatore, i potenziali clienti arriveranno da te e si convertiranno.

Ecco un SERP di esempio di una ricerca per long-tail keywords per aiutarti a capire come è possibile classificare i tuoi articoli.

Notate che la SERP non è sovraffollata di influencer del settore o dai migliori blog?

Ora ho la tua attenzione, giusto?

Ricorda che questi tassi di conversione delle long-tail keywords sono quasi sempre più alti. Il traffico non significa nulla se le persone non si convertono!

Se stai ricevendo 50.000 visitatori al mese da una parola chiave popolare, ma nessuno si sta convertendo, non ti sta facendo molto bene.

Invece di mettere tutte le uova nello stesso paniere per una parola chiave, crea più contenuti e ottimizzali per le ricerche con le long-tail keywords per dominare le SERP!

Come classificare i termini più popolari senza nessun SEO “classico”.

2. Paga per raggiungere la cima della rete di ricerca di AdWords

AdWords non è una ricerca organica.

Inizierò questo con un esempio perché è l’unico modo per capire quanto possa essere veramente efficace questa strategia.

Quindi accendiamo la ricerca di “Best CRM”. (CRM= Customer Relationship Management)

Ecco come appare la pagina dei risultati:

Sembra un po’ diverso, vero? Non c’è un singolo risultato organico fino a quando non si scorre oltre.

Hai quattro annunci della rete di ricerca di AdWords e uno snippet in primo piano da un unico risultato organico.

Sono necessari più passaggi per raggiungere i risultati organici e decidere su cosa fare clic su questa SERP.

L’intento della parola chiave e i risultati visualizzati non si allineano.

Dai un’occhiata ai primi tre annunci:

Parlano tutti del proprio CRM e affermano di essere i migliori del settore.

Questo non dovrebbe sorprenderci. Tutti vogliono che i loro prodotti e servizi siano visti come i migliori.

Ma per questa ricerca, questo è un problema. Ecco perché.

Cosa cercano le persone quando digitano “Miglior CRM?”

Stanno cercando Salesforce o Zoho o Pipedrive in questo momento?

No. Stanno cercando un confronto CRM per vedere qual è il migliore. Vogliono considerare le loro alternative e opzioni prima di decidere.

 

ricerca di AdWords

Google vuole aiutare il ricercatore a trovare ciò che sta cercando il più velocemente possibile.

Ciò significa che i migliori risultati organici di solito riflettono l’intento del ricercatore.

Quindi, invece di cercare un annuncio PPC con marchio in cui un prodotto è il migliore, un ricercatore sta cercando confronti CRM!

Ora, ricordi quei primi 3 risultati PPC? Probabilmente non ricevono alcun clic perché non rispondono alla domanda del ricercatore.

Il contenuto non corrisponde all’intento alla base della query di ricerca.

Ma guarda il quarto risultato:

ricerca di AdWords

Scommetto che questo sito Web con autorità di dominio basso sta ottenendo innumerevoli clic per “Miglior CRM”, superando quelli sopra di esso.

Questo sito senza nome può essere classificato con i ragazzi grandi perché hanno fatto un lavoro migliore abbinando l’intento delle parole chiave con il loro annuncio.

Praticamente imbroglia il sistema e funziona perfettamente.

Invece di predicare sul loro prodotto, il quarto annuncio allinea il loro contenuto in modo che assomiglino esattamente ai risultati organici.

Ricorda solo di abbinare l’intento del ricercatore e di imitare i risultati organici per indirizzare il traffico.

3. Scrivi più post sul blog rispetto alla concorrenza

Qual è il rovescio della medaglia di una strategia con long-tail keywords?

Non è possibile inserire un sacco di parole chiave casuali nella stessa pagina. Dovresti concentrarti su una o due parole chiave per post, max.

Ciò significa che dovrai creare molti più contenuti!

Questo non è un grande segreto.

Se scrivi più contenuti, hai una possibilità migliore di posizionarti nella prima pagina di Google.

Più scrivi, più pagine vengono indicizzate e più traffico porti al tuo sito.

I tuoi concorrenti e leader del settore scrivono molti più contenuti ogni mese.

Non puoi aspettarti di superare un concorrente o raggiungere un leader del settore scrivendo meno. Non c’è modo.

Devi scrivere come se la tua attività dipendesse da questo. Perché in base alle informazioni sopra, e quello che accade.

Il contenuto è la base di tutto.

Se vuoi iniziare il posizionamento per le migliori parole chiave, devi produrre molti contenuti preziosi e unici.

Inoltre, devi anche ottimizzare i tuoi contenuti per generare il CTR più alto possibile.

Perché? Perché l’ottimizzazione dei titoli e delle meta descrizioni per i ricercatori può comportare un  aumento del 10% del CTR.

E un aumento del CTR significa che sei sulla buona strada per salire di livello.

Conclusione

Essere presente sulla prima pagina di Google è quasi impossibile se hai appena iniziato.

È duro, ma è anche vero.

I leader del settore che producono contenuti da anni dominano tutte le migliori parole chiave e SERP.

Molti di loro hanno speso milioni anche per campagne pubblicitarie a budget elevato.

Quindi non puoi aspettarti di posizionarti al primo posto se hai appena iniziato.

I loro marchi sono affermati e la loro autorità è troppo elevata.

Ma hai ancora bisogno di traffico organico per prosperare e far crescere la tua attività.

Per fortuna, ci sono alcune soluzioni alternative. 

Personalmente la soluzione io l’ho trovata qui

Esistono molti metodi non convenzionali per portare il tuo Brand di fronte al traffico che brami.

Devi solo diventare un po’ creativo e capire che potresti non classificare sempre per i primi termini.

Ma esistono altri metodi per ottenere risultati simili se sai dove cercare.

Qualcosa di molto utile è anche The Seokret

Quali strategie hai usato per classificare sulla prima pagina di Google?

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email