“Haters online”: Leoni da tastiera o pecore smarrite?

Haters online leoni da tastiera o pecore smarrite

La legione degli “Haters online” Leoni da tastiera o pecore smarrite?

In questi giorni spesso mi soffermo su articoli, post, foto che vengono postati sui social che trattano diversi argomenti.

E su ogni singolo post, articolo o foto compaiono sempre loro:

Gli haters online

C’è una tonnellata di parole scritte piene di “odio “ovunque!

Molti di noi sono consumati, demotivati, stanno perdendo la loro autostima a causa dei troll.

È certamente un argomento interessante da discutere perché “Odio” in qualsiasi forma è tossico per il nostro benessere.

Seguiamo fedelmente i social media e scopriamo che uno degli argomenti di cui le persone si lamentano più spesso sono gli “Hater”.

Ma chi sono realmente gli haters online

Semplicemente sono persone che vogliono abbatterci, rovinare la nostra reputazione, sabotare i nostri sogni, o peggio ancora portarci a compiere atti da qui non si fa ritorno!

Ma qual è la chiave per “gestire” i nostri odiatori?

Considerando che gli “Haters” altro non sono che un’invasione di imbecilli, che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività, venedo subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel, la chiave per gestirli al meglio è cercare di ignorarli, o quanto meno cercare di riportare un clima sereno portandoli, come si fa con i bambini per manina, al lume della ragione (decisamente impresa molto ardua).

Ignorare l’invidia

Haters online gestire gli invidiosi
Imparare a gestire l’invidia degli haters online

Nella nostra vita, sia reale che virtuale, incontreremo sempre degli “Haters” che ci faranno del male e noi dovremmo solo ignorarli perché semplicemente costoro sono persone invidiose e gelose di ciò che siamo, di ciò che abbiamo, di ciò che facciamo!

Il pettegolezzo esisterà sempre!

Ognuno è artefice delle proprie fortune!

In tutta onestà, però, loro si compartano cosi per il semplice fatto che noi possediamo qualcosa che non hanno e questo li turba.

La vita può essere ingiusta a volte e inoltre, alcune persone non sono in grado o non sono disposte a svolgere il lavoro necessario per arrivare dove vogliono essere nella vita.

Gli “Hater” in genere non riescono a capire perché sono dove sono e cercheranno qualcuno da incolpare.

È così che affrontano i loro sentimenti di inadeguatezza e inferiorità dopo aver confrontato sé stessi con gli altri.

“Haters”: i nostri motivatori!

“Haters” per la maggior parte dovrebbe essere il nostro motivatore.

Invece di arrabbiarci su come attaccano, sviliscono o parlano di noi, impariamo a guardali per quello che sono:

Non farti consumare da ogni loro parola o azione.

Fintanto che mantengono le distanze e non cercano di fare danni fisici, relazionali o finanziari, sono innocui.

Al contrario sentiti dispiaciuto per loro, prega per loro e continua a salire.

Ricorda “L’ odio non riguarda mai te”.

Riguarda sempre loro e ciò che manca nelle loro vite. Sempre!

Se qualcuno ti corregge non è perchè ce l’ha con te!

Se anche a qualcuno non piaci non ce l’ha con te!

Impara inoltre a discernere tra i pettegolezzi insensati e quelli che sono pericolosi assassini di personaggi.

Perchè gli “Haters” odiano il fatto che tu stia vivendo il tuo possibile e che loro non hanno il coraggio o il carattere per farlo.

Odiano la tua luce e in aggiunta a questo il fatto che tu ti sia rimesso in gioco per creare qualcosa per te per la tua famiglia per la tua azienda.

Non far ostacolare la tua piena realizzazione

Non permettergli di distruggere la tua autostima.

Se infne la cosa dovesse degenerare cerca un avvocato o mediatori esperti; ma qualunque cosa tu faccia, non affievolire la tua luce! Prega per loro, liberali e continua a essere te stesso!

Anche Mirko Delfino (ceo e founder di Build Your Brand) si è occupato in passato di haters online per via dei continui attacchi subiti; a lui ho avuto il piacere di fare un intervista di cui vi lascio il LINK QUI